la tazza a pois fai da tè

un lavoretto rilassante per il fine settimana

 

Avete in programma di passare un week end all’insegna del: “ non voglio mettere il naso fuori casa neanche per un minuto”?

 

Desiderate rilassarvi dedicando, però, il vostro tempo libero a qualcosa di creativo e piacevole?

 

Guardate cosa ho scovato per voi. Troppo carino.

Mi è piaciuto perché mi tornerà utile a breve. Infatti al market vicino casa stanno facendo la raccolta punti con i quali si può collezionare un servizio di ceramiche (tazze, tazzine, piattini…) bianche, ma talmente bianche e normali che ero  indecisa se imbarcarmi nella raccolta dei bollini o meno.

 

Ma ora che ho trovato questa idea ho deciso! Farò in modo di avere quelle tazze!

Seguite le istruzioni e buon divertimento:

 

Occorrente:

1) tazza delle dimensioni desiderate;

2) smalto per unghie del colore che più vi piace;

3) bastoncini cotonati;

4) una ciotola di plastica usa e getta o una tazzina che non usate più;

 

Una volta che vi sarete procurati questi 4 comunissimi strumenti di lavoro lavate la tazza ed accertatevi che non sia bagnata, né unta. Potrete, allora, procedere  procurandovi un pezzo di carta sul quale inizierete a fare delle prove di pois per evitare di sbagliare, poi, nel farli sulla tazza.

Quindi: versate un pochettino di smalto nel contenitore, immergete il bastoncino, senza inzuppare troppo la punta, provate quindi sul pezzo di carta a fare i pois per prendere la mano e capire quanto colore vi serve e di che dimensione volete i pois. Una volta fatta esperienza potrete iniziare a lavorare sulla tazza.

L’unico mio consiglio è: se la tazza la userete proprio per metterci liquidi o bere il latte o qualsiasi altra bevanda, evitate di fare i pois la dove appoggerete la bocca. In fondo lo smalto non è proprio commestibile.

Potrete utilizzare anche smalti di colori diversi. Insomma usate la vostra fantasia.

Vi mostro, infatti, immagini con ispirazioni diverse così da darvi più di un’idea.

Buon lavoro.

woodsofbelltrees

 

Nessun commento

Lascia il tuo commento